E M E R G E N Z E
                                                                         S.O.S

 

 

 

 

 

 


Le istituzioni, quelle locali le più interessate, devono intervenire a difendere il territorio e, con esso i siti che testimoniano la nostra storia. La loro valorizzazione e fruibilità ha una valenza culturale e occupazionale di primaria importanza.

E’ l’alba del terzo millennio, dobbiamo difendere il territorio e, razionalizzare i consumi, perché le nuove generazioni e tutti gli esseri umani, nessuno escluso, possano godere delle risorse del pianeta terra, in pace e libertà, per un futuro dignitoso e sostenibile. m.u.

La grande quantità di siti archeologici presenti nel nostro comune, ormai degradati dal tempo, rovinati, talvolta totalmente distrutti dall'ignoranza dell'uomo, per semplici miglioramenti fondiari, quindi autorizzati da enti pubblici, impongono a chi di dovere di intervenire.Da diversi anni essi sono sottoposti all'azione vandalica di improbabili cercatori di tesori nascosti. "sos siddados, si cretent ebbia chi, issu siet dinari de prata o de brunzu, o atera oraria, chentza cumprender chi su valore pius mannu est su situ, ossiat cussu muntone mannu de pedra, o cussu bucareddu o furritu chi si nerzat ".

          
  EMERGENZE

Il Castello dei Doria           >>> torna al castello dei Doria

Nuraghe Ruju

I Betili di Cacchile

Runaghe de s'Enalonga

Il Betilo e le tombe dei giganti

Runaghe Corrales

Runaghe di Moronzanos

 

emer-betilmarioun.jpg (69215 byte)- Il complesso betilico di Cachile di cui Ercole Contu relazionò indicando l'alto valore del sito. I monoliti sottoposti all'azione incessante degli agenti atmosferici si stanno letteralmente sgrettolando e rotolando giù a valle.

- Quasi sempre si fanno degli ottimi interventi ma, i medesimi devono sottostare alle esigue somme disponibili che non consentono un appropriato e definitivo intervento. I siti rimangono alla mercè dei tombaroli.

--emer-runmorobard.jpg (158410 byte) Spesso non si conosce l'esatta portata della situazione e del relativo intervento, anche perchè si ignora l'esistenza del sito stesso!

- Ho più volte portato a conoscenza delle istituzioni lo stato di degrado e di abbandono di diversi siti, li ho monitorati fino a vederli cadere (ce n'è di altri in procinto di farlo)

- Conosco situazioni che, dopo piccoli interventi di pulitura del sito e dell'area circostante sono stati abbandonati da vari decenni (30 e più anni).