<<< Noas e Betzas 2019

ARCHIVIO GENERALE >>>

Il concio sommitale nella Tomba dei Giganti.

ATdGPagliaconcio3.jpg (284745 byte)-ATdGPagliaco3post.jpg (245023 byte)

Almeno fino a quando qualche anno addietro, la cara amica dr.ssa archeologa Caterina Bittichesu, non lo ebbe  visionato e studiato, rimaneva per me e, per chi ne conoscesse l'esistenza un vero e proprio enigma. Negli anni mi ero affezionato e, solo la lettura e la ricerca potevano darmi un aiuto per  capire di cosa effettivamente potesse trattarsi. Intanto raccoglievo foto e notizie che sarebbero servite in seguito ad una pių attenta e precisa ricostruzione.

 

--ATdGPagliacoio.jpg (79968 byte)In effetti trattasi di un controconcio che andava a ornamento l'estradosso superiore delle Tombe dei Giganti con fronte in muratura in opera subquadrata. (da Culto degli Antenati nell'Eta' del Brono della Sardegna di Caterina Bittichesu). Da rilevare che oggi il concio non č pių in situ ma č spostato pių a sud-est verso una seconda TdG pių semplice con tumulo e esedra completamente divelti. Stessa medesima fine ha fatto la grande pietra circolare che fungeva da mensa-altare per funzioni religiose legate probabilmente a sacrifici.

ATdGPagliacodis.jpg (73521 byte)-ATdGPagliacodis2.jpg (98440 byte)

Almeno fino a quando non sono intervenuti gli specialisti mi č piaciuto dilettarmi in fantasiose ricostruzioni che spesso hanno trovato terreno fertile di discussione tra gruppi di amici in Sardegna e fuori.

-

-

Per una maggiore consapevolezza della costruzione propongo due disegni che sono due bozze esemplificative dei siti come dovevano essere tremila anni fa. Nel primo a sinistra la tomba dei Giganti dove era l'altare in situ, mentre nel secondo disegno viene proposta l'intera zona fortemente antropizzata in diverse epoche storiche.