<<< Noas e Betzas 2019

ARCHIVIO GENERALE >>>

Chiaramonti, la Necropoli di Murrone di Mario Unali

 

 

 

 

 

 

 

 

Oramai da tempo si parla di un intervento definitivo che metta in luce la consistenza dell'intera Necropoli, mentre si procede a singhiozzo con piccoli interventi che...lasciano l'amaro in bocca. Piccoli interventi intesi per i ridotti finanziamenti che determinano conseguentemente modesti lavori, lasciando molto " di sepolto", in attesa di tempi migliori. Da notizie che ho raccolto interrogando i vecchi del paese, e coloro che vi hanno lavorato, mi risulta essere la necropoli ben più estesa di quella attuale.

-

-

La tomba 1, quella più grande presenta la camera centrale con pilastro raffigurante le doppia corna, che si ripetono allinterno sulla porta di ingresso e che sono evidenziate dal soffitto a grandi travi e travetti. Le celle hanno diversa grandezza forse in relazione all'importanza del defunto o al loro numero.

-

Esternamente a destra dell'ingresso vi è un piccolo armadietto con relativa coppella adatta a riporre le offerte. Il tutto è contenuto da una grande esedra dove si svolgeva la funzione funebre. Nella tomba 2 e 3 vi sono diversi ambienti una bella falsa porta che evidenzia la sacralità cui i nostri antenati facevano riferimento alla Madre Terra e al dio Sole, che uniti, accoglievano i morti per rigenerarli a nuova vita, in un ambiente ricco di ocra rossa.

 

-
Alcune strutture appaiono finalizzate esclusivamente all'aspetto sanitario delle tombe mentre evidente e fuori di dubbio è il valore rappresentativo-sacrale di alcuni petroglifi.

 

--

L'ultimo intervento e della tomba 4 dove sono steate ritrovate numerosa ossa, opportunamente studiate dalla dr.ssa Rodriguez, presenta ancora il portello di chiusura ancora in situ. La tomba 5 è stata opportunamente sepolta da sguardi indiscreti, mentre altre ancora esistono nel grembo di Madre Terra in direzione est-ovest.


d-janas-murrone-4.jpg (360052 byte)-

Le foto sono del sottoscritto mentre per le ultime due ringrazio l'amico Sergio Melis.