sommario >>>
HOME

                                                         PIANTE OFFICINALI 1
Le notizie generali che si trovano nella scheda sono tratte dall'web, e da notizie  e racconti degli anziani, pertanto prego il lettore di non seguire Nessuna delle indicazioni terapeutiche indicate nelle singole schede.

                                         

FOTO N. SARDO
Tzaramontesu
N.ITALIANO N.SCIENTIFICO HABITAT APPLICAZIONI
zaffaranu

aresthe

zafferano crocus minimus

(iridaceae)

endemica della Sardegna, predilige i luoghi silicei. si cura la dismenorrea, mal di stomaco.l'isterismo, mal di denti.

 

 

Notizie curiose:

La lavorazione dello zafferano è artigianale e molto impegnativa, infatti per produrre 1 kg di spezia è necessario raccogliere 150.000 fiori e occorrono circa 500 ore di lavoro, anche per questo uno zafferano di qualità non potrà mai essere economico.

Molte ricerche scientifiche hanno dimostrato come lo zafferano sia un vero toccasana naturale per la salute; non è un caso che nei paesi orientali sia tradizione regalare lo zafferano per augurare una vita lunga, prospera e felice. I principi attivi presenti, che donano lo splendido colore giallo, sono  la crocetina, la crocina e la picrocrocina, sostanze che fanno parte della famiglia dei carotenoidi, gli antiossidanti naturali per eccellenza. Queste sostanze sono indispensabili per il nostro organismo in quanto contrastano l’azione dei radicali liberi, proteggendoci dall’invecchiamento. Lo zafferano contiene anche altri elementi utili come le vitamine B1 e B2 e molti aromi naturali. Cosa molto importante è che la polvere deve essere uniforme, senza puntini bianchi, di colore rosso vivo, se non è così vuol dire che è stata utilizzata una qualità scadente o che è stata mischiata ad altri componenti senza nessun valore gastronomico. Oggi la Sardegna è leader nella sua produzione. Anche nel nostro territorio lo zafferano selvatico è molto diffuso fino ai 650 m.lm. di su Sassu chiaramontese.